+39 075 572 22 71 info@perugiamusicaclassica.com
I Giovedì in Fondazione
Incontri-conferenze

 

Dal 6 febbraio al 26 marzo 2020

Sala San Savino della Fondazione Perugia Musica Classica Onlus (Piazza del Circo 6)

-Ingresso € 2, fino a esaurimento posti. Vista la ridotta capienza della sala, è consigliata la prenotazione-

Il pianoforte: uno strumento da viaggio

Da Jane Austen a Ernest Hemingway

A cura di STEFANO RAGNI, Musicista, Docente Università per Stranieri di Perugia

Per tutto l’Ottocento romantico il pianoforte è lo strumento su cui la borghesia europea riversa le sue proiezioni musicali. Strumento da casa, da salotto, da aula di concerto il pianoforte si diffonde in ogni dove, dagli Stati Uniti al remoto, estremo oriente. La società, protesa nel grande progetto dell’industria e del commercio, affida alla tastiera del pianoforte un ruolo di straordinaria creatività che si riflette nei romanzi, nelle opere figurative, nella poesia e nelle cronache di viaggio. Nel Novecento il pianoforte, attraversato da nuovi atteggiamenti compositivi, dal jazz alla musica sperimentale, mostra la capacità di sostenere la sfida della modernità, evidenziando una polimorfica capacità di adattamento. Oggi, nel riflusso del linguaggio compositivo, Allevi, Piovani, Bollani, Einaudi si presentano al pubblico ancora seduti alla tastiera del pianoforte.

Giovedì 6 febbraio 2020, ore 17:00

«SCHAUNARD, IL VERO PIANISTA DELLA BOHÈME»

Giovedì 13 febbraio 2020, ore 17:00

«DALLE PAGINE AL PENTAGRAMMA: FEDELE DI ANTONIO FOGAZZARO E QUINTETTO DI CARIN BARTOSCH EDSTRÖM»

Giovedì 20 febbraio 2020, ore 17:00

«PICCOLE DONNE AL PIANOFORTE»

Giovedì 27 febbraio 2020, ore 17:00

«NIETZSCHE: LA NASCITA DELLA TRAGEDIA DALLO SPIRITO DELLA  MUSICA, OVVERO: GRECITÀ E PESSIMISMO»

Gli strumenti, colori dell’orchestra

Quattro incontri con gli strumenti dell’orchestra che crediamo di conoscere

A cura di PIERO CARABA, Compositore, Direttore di Coro, già Direttore del Conservatorio «F. Morlacchi» di Perugia

Non esiste una corrispondenza univoca e oggettiva tra note e colori, ma è inequivocabile che l’idea musicale sia spesso legata ad un’immagine, spesso ben definita anche nei dettagli cromatici. Anche uno strumento apparentemente meccanico e «in bianco e nero» come il pianoforte può evocare una infinita gamma di chiaroscuri, grazie alla gestione dei rapporti dinamici fra le varie voci che compongono un accordo o una trama polifonica. I maggiori compositori utilizzano gli strumenti dell’orchestra per disegnare con i suoni, dando forme, contorni e colori alle loro idee musicali. In questo ciclo di quattro lezioni-concerto, il M° Piero Caraba, insieme agli studenti del Conservatorio «F. Morlacchi» di Perugia, farà conoscere «da vicino» alcuni degli strumenti e il loro ruolo in orchestra, con numerose sorprese sul piano tecnico e musicale, a sfatare i luoghi comuni a riguardo…

Giovedì 5 marzo 2020, ore 17:00

«L’OBOE E IL CORNO INGLESE»

Giovedì 12 marzo 2020, ore 17:00

«L’ARPA»

Giovedì 19 marzo 2020, ore 17:00

«IL FLAUTO E L’OTTAVINO»

Giovedì 26 marzo 2020, ore 17:00

«IL CORNO FRANCESE»

SCRIVICI PER PRENOTARE UN POSTO, SPECIFICANDO L'INCONTRO O GLI INCONTRI SCELTI

Oppure chiamaci allo 075 572 22 71


Fondazione Perugia Musica Classica Onlus
Piazza del Circo, 6 06121 Perugia
C.FISC. 80053780542
P.IVA 02673290546


Amministrazione trasparente
PRIVACY POLICY


info@perugiamusicaclassica.com
direzartistica@perugiamusicaclassica.com
perugiamusicaclassica@pec.it


tel. +39 075 572 22 71
fax +39 075 572 52 64
last minute +39 338 866 88 20

Fondazione Perugia Musica Classica 2019