Il Bosco Magico, spettacolo musicale liberamente ispirato a «Sogno di una notte di mezza estate» di Shakespeare

da | Apr 27, 2018

LO SPETTACOLO

 

L’annuale Festa della Musica sarà celebrata con «Il Bosco Magico»,  in programma per sabato 5 maggio alle 21:00 al Teatro Brecht. Come nelle edizioni precedenti vedrà riuniti i nostri migliori strumentisti e giovani attori-cantanti «in nuce» (tra cui il Coro di Voci Bianche del Conservatorio «Morlacchi»). Con la regia animata di Francesco «Bolo» Rossini, la scelta è caduta quest’anno sul celebre Sogno di una notte di mezz’estate di Shakespeare con le musiche di scena di Mendelssohn rivedute in chiave cameristica da Marco Pontini. È l’occasione per un pubblico sia giovane che adulto di rivivere la celebre trama della commedia, che per la festa nuziale tra il duca Teseo e Ippolita vede le contese sofferte tra due coppie di giovani spasimanti: corteggiamenti che vengono gettati in confusione dalle pozioni magiche di Oberon – amministrate con disinvoltura da Robin (o «Puck») – e di Titania, re e regina degli elfi e delle fate, e dagli interventi spassosi di una troupe di attori maldestri, tra cui il garrulo «Bottom». Magia, sogno, incantesimi, amori, sotterfugi, finzioni, speranze, delusioni … Venite numerosi: nonostante un malinteso dopo l’altro, a vincere – lo sappiamo già – sarà l’amore!

Il concerto sarà preceduto dalla premiazione «Disegna la Locandina» per i più fantasiosi disegni creati dai giovani uditori delle «Mattinate Musicali» della stagione 2017-18. Occhio – e non soltanto l’orecchio – ai giovani!

 

LE MUSICHE DI SCENA

Avidissimo lettore dei drammi e delle commedie di Shakespeare sin da giovane età, soprattutto in compagnia dell’amata sorella Fanny, Felix Mendelssohn (1809-1847) è stato uno dei “bambini prodigio” più dotati – pianista, violinista, cantante e compositore – nella storia della musica. Poco sorprende, quindi, che tra le prime partiture ad attirare l’attenzione di un pubblico internazionale sia stata l’Ouverture al “Sogno di una notte di mezza estate” del poeta e drammaturgo inglese, scritta all’età di appena 17 anni e a tutt’oggi una delle sue pagine più popolari.

Sono una dozzina di brani – oltre all’Ouverture (popolata dai personaggi più improbabili della commedia), troviamo uno Scherzo, un Coro delle Fate, una Marcia degli Elfi, Intermezzo, Notturno, una rustica Bergamasca per gli “artigiani”, la celeberrima Marcia Nuziale (per festeggiare Teseo ed Ippolita) e un Finale  – che non hanno mai perso la loro vitalità straordinaria e che continuano a stregare un pubblico sia di giovani che di adulti. O, come recita Puck alla conclusione: “Se noi ombre vi abbiamo stupito, / Dovete pensare che avete dormito. / Sogno e visione sono soltanto / Quello che resta di un magico incanto”.

 

 

CAST COMPLETO

Musiche di Marco Pontini da Felix Mendelssohn Bartholdy

Testo e Regia di Francesco «Bolo» Rossini

Coordinamento artistico di Giampiero Frondini

con Caterina Fiocchetti

Olivia Conversano (Ermia), Alessandro Pagnotta (Demetrio/Lisandro)
Francesca Occhilupo (Elena), Luca Rondini (Lisandro/Demetrio), Alessandro Cecchini (Puck)
Gabriele Fedeli (Oberon), Rita Pilia (Titania), Giorgia Bartoccini, Lucia Cherri, Bianca Cirimbilli (Fate)
Leonardo Alessi (Bottom, Piramo), Cristiana Todini (Quince, Prologo), Arianna Tamburi (Flute, Tisbe)
Francesco Bartoccini (Snout, Muro), Alessandro Tortoioli (Snug, Leone)

Coro di Voci Bianche e Coro Giovanile del Conservatorio «F. Morlacchi» di Perugia diretti da Franco Radicchia

Ensemble «Magazzini Babàr»
Federico Galieni (violino), Eleonora Porzi (flauto), Simone Frondini (oboe), Cinmaya Ferrara (clarinetto)
Stefano Olevano (corno), Alessia Cecchetti (pianoforte), Leonardo Ramadori (percussioni)

Pin It on Pinterest