La grande musica francese con David Afkham alla testa della Junge Deutsche Philharmonie

da | Mar 13, 2018

IL CONCERTO

 

La prima parte del programma di domenica 18 marzo è dedicata a due dei compositori francesi più importanti del Novecento, nati a pochi anni di distanza l’uno dall’altro: Olivier Messiaen (ad Avignone nel 1908) e Henri Dutilleux (ad Angers nel 1916). Per la produzione di entrambi, dopo essersi diplomati al Conservatorio di Parigi, era fondamentale l’eredità della musica “simbolista” di Claude Debussy, e tutti e due dedicarono un’attenzione minuziosa al colore timbrico e della politonalità, pur rimanendo ai margini di quelle “scuole” estetiche che si erano formate nei primi decenni del secolo. Il loro strumento preferito è stato l’orchestra ed entrambi si dedicarono per lunghi anni all’insegnamento, contribuendo alla formazione di intere generazioni di compositori del secondo Novecento: Boluez, Stockhausen, Grisay e Benjamin.

Se dovessimo cercare un legame tra le pagine di questo concerto per gli Amici della Musica lo potremmo trovare nel sentimento dell’Amore: un amore personale e di un carattere dichiaratamente sacro nel caso di Messiaen, un amore profano – allusivo, osservato dall’esterno – nel caso di Dutilleux, il quale riporta come epigrafi alcuni versi tratti dalle Fleurs du mal di Baudelaire.

Impossibile negare anche che la Sinfonia fantastica di Berlioz non sia anch’essa un turbinio di sentimenti amorosi, una passione romantica al limite del delirio, vissuta dal musicista in prima persona.

 

I MUSICISTI

La Junge Deutsche Philarmonie unisce giovani musicisti di talento provenienti da diverse accademie musicali tedesche e li forma in un ensemble musicale omogeneo. L’ampio repertorio di questa prestigiosa orchestra include, oltre a quello sinfonico, anche esecuzioni di musica contemporanea e antica. È condizione fondamentale della Junge Deutsche Philarmonie che i suoi membri si organizzino in comitati. Grazie al lavoro del comitato esecutivo, attraverso laboratori tematici e campagne informative, i membri dell’orchestra acquisiscono competenze che vanno al di là dell’esibizione musicale. L’ensemble diventa così un ponte professionale dei musicisti. I componenti dell’orchestra, la cui età è compresa tra i 18 e i 28 anni, si riuniscono regolarmente in numerose sessioni di prove per poi partire in tournée per esibizioni nazionali ed internazionali. La storia dell’Orchestra ha inizio nel 1974, quanto un gruppo di giovani musicisti dell’Orchestra Federale Giovanile decise di proseguire l’esperienza musicale fondando una formazione innovativa, appunto la Junge Deutsche Philarmonie. La JDP  si è esibita per la prima volta a Perugia nel 1982 e attualmente collabora regolarmente con artisti di calibro internazionale.

 

David Afkham è Direttore Principale della Orquesta y Coto Nacionale de España di Madrid. È sempre più richiesto come direttore ospite dalle più importanti orchestre e teatri del mondo, e si è contraddistinto per essere uno dei direttori emergenti tedeschi più ricercati negli ultimi anni. Nato nel 1983 a Friburgo, David Afkham ha ricevuto le sue prime lezioni di pianoforte e violino all’età di sei anni. A quindici anni è entrato alla Hochschule für Musik di Friburgo per proseguire gli studi di pianoforte, teoria musicale e direzione, e ha poi continuato alla Musikhoschule “Franz Liszt” di Weimar. Rivelazione della Sagra Musicale Umbra nel 2010, quando diresse Bruckner con la Gustav Mahler Jugendorchester, David Afkham è al suo terzo concerto a Perugia.

 

Steven Isserlis è acclamato in tutto il mondo per la sua tecnica e musicalità. Il violoncellista britannico ha al suo attivo un’ampia carriera da didatta e da autore, oltre ad aver partecipato a moltissime trasmissioni di divulgazione musicale. Si esibisce regolarmente con le principali orchestre e direttori. Isserlis ha un profondo interesse per l’esecuzione storica dei brani, collaborando con molte orchestre che suonano su strumenti d’epoca e tenendo recital con clavicembalo e fortepiano. Negli ultimi vent’anni è stato Direttore Artistico dell’International Musicians Seminar et Prussia Cove in Cornovaglia. Il violoncellista è ospite per la prima volta a Perugia come solista con orchestra.

 

 

PROGRAMMA

Messiaen: «Les offrandes oubliées»
Dutilleux: «Tout un monde lointain», Concerto per violoncello e orchestra
Berlioz: Symphonie fantastique op. 14

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per restare sempre aggiornato sulle nostre attività!

L'iscrizione è avvenuta con successo!

Pin It on Pinterest