+39 075 572 22 71 info@perugiamusicaclassica.com
Sagra Musicale Umbra

Sagra Musicale Umbra

74a edizione

Venerdì 13 settembre • ore 21:00

Assisi • Sagrato della Basilica Superiore di San Francesco

NOBILISSIMA VISIONE

Orchestra da Camera di Perugia 
Compagnia di Danza di Nicola Galli
Enrico Bronzi, direttore

Compagnia di danza Nicola Galli
Orchestra da Camera di Perugia

Franz Liszt: “Angelus!” (Années de pèlerinage, III anno; trascrizione per orchestra d’archi)
Richard Wagner: Idillio di Sigfrido
Paul Hindemith: “Trauermusik” (Musica funebre, 1936), versione per violoncello e orchestra d’archi;
Suite dal balletto “Nobilissima Visione” (1938), versione per piccola orchestra


Un concerto-meditazione dall’alto valore evocativo, che mette al centro il capolavoro di Paul Hindemith basato sulla figura del Santo di Assisi. Una produzione esclusiva della Sagra Musicale Umbra, con la partecipazione della giovane Compagnia di Danza di Nicola Galli e l’Orchestra da Camera di Perugia, per una coreografia che rivede la luce proprio nel sacro luogo da cui il pensiero francescano iniziò il suo rivoluzionario cammino spirituale.


La nuova Orchestra da Camera di Perugia nasce dalla pluriennale esperienza di giovani musicisti umbri nella diffusione della cultura musicale, soprattutto in relazione alle produzioni musicali rivolte ai giovani delle scuole. La collaborazione fra strumentisti attivata all’interno del progetto «Musica per crescere», della Fondazione Perugia Musica Classica, ha portato alla volontà di creare un complesso di archi e fiati in grado di estendere l’impegno nella diffusione musicale in sede concertistica, e di mettere al servizio degli enti di produzione musicale umbri e italiani una nuova formazione che può contare su professionalità consolidate dalla collaborazione con alcune delle migliori orchestre nazionali (Accademia di Santa Cecilia, Orchestra del Teatro alla Scala, Orchestra della Toscana, Camerata Strumentale “Città di Prato”, etc.) e da una attività solistica di alto profilo.


Nicola Galli (1990, Ferrara) si occupa di ricerca corporea, declinata in azioni e dispositivi che spaziano dalla coreografia alla performance, dall’installazione all’ideazione grafico-visiva. Esordisce come ginnasta agonista e si avvicina ai linguaggi del teatro fisico e della danza presso il Teatro Nucleo di Ferrara. Ha studiato danza contemporanea, rinascimentale, hip hop e riequilibrio muscolare Metodo Monari.

Dal 2010 sviluppa un’indagine coreografica strutturata in episodi che analizzano il concetto di forma pura e le nozioni di “stratificazione” e “paesaggio”; a partire dalla geometria e dall’astronomia il suo sguardo è affascinato dall’anatomia umana, la proporzione e il dettaglio, elementi chiave che compongono un orizzonte scenico trasversale. Dal 2010 al 2014 danza nella compagnia CollettivO CineticO. Dal 2014 è artista sostenuto da TIR Danza. Nel 2014 è artista selezionato all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi con la performance Delle ultime visioni cutanee. Nel 2017 firma la creazione De rerum natura con i danzatori del Balletto di Toscana Junior, grazie al sostegno del progetto Prove d’Autore XL (azione del Network Anticorpi XL) e viene selezionato per il bando “Giovani artisti per Dante” promosso da Ravenna Festival con la creazione site-specific Il giardino delle delizie. Nel 2018 crea la performance interattiva Genoma scenico, ideata per il Museo delle Scienze MUSE di Trento con il sostegno di Centro Culturale S. Chiara e Festival Oriente Occidente e vince il “Premio Equilibrio” – Fondazione Musica per Roma con lo spettacolo Deserto digitale. Sempre nel 2018 vince il premio Danza & Danza come miglior coreografo emergente ex-aequo con lo spettacolo De rerum natura. Le sue creazioni sono state presentate in festival e rassegne del territorio nazionale e internazionale e selezionate per la Vetrina della Giovane Danza d’Autore 2012 e 2015 (Festival Ammutinamenti / Network Anticorpi XL), Nid Platform 2015 e 2019, International Festival D-Caf (El Cairo), Tanzmesse (Düsseldorf). Ha inoltre presentato creazioni site-specific in collaborazione con istituzioni del territorio italiano nell’ambito museale e universitario: Museo MUSE (Trento), Scuola Normale Superiore (Pisa), La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea (Roma).


Violoncellista e direttore d’orchestra, Enrico Bronzi è nato a Parma nel 1973 ed è stato ospite delle maggiori sale da concerto d’Europa, USA, America Latina e Australia, tra cui Carnegie Hall e Lincoln Center di New York, Filarmonica di Berlino, Konzerthaus di Vienna, Mozarteum di Salisburgo, Filarmonica di Colonia, Herkulessaal di Monaco, Filarmonica di San Pietroburgo, Wigmore Hall e Queen Elizabeth Hall di Londra e Teatro Colón di Buenos Aires. La sua ricca esperienza da solista l’ha portato a imporsi in importanti concorsi internazionali e collaborare con grandi artisti come Martha Argerich, Alexander Lonquich, Gidon Kremer, e complessi quali il Quartetto Hagen, la Kremerata Baltica, Camerata Salzburg e Tapiola Sinfonietta. L’attività da solista di Enrico Bronzi si affianca a quella, altrettanto intensa, con il Trio di Parma, ensemble che ha fondato nel 1990 (e presente per la prima volta nella programmazione di Perugia già nel 1993) e si completa e arricchisce con la didattica. Dal 2007, infatti, è professore all’Universität Mozarteum Salzburg.

Enrico Bronzi non è solo un attivissimo musicista, ma anche un divulgatore in ambito musicale. La sua capacità di trasmettere in modo semplice (ma non banale) l’amore e la comprensione della musica è l’elemento che lo contraddistingue, con l’obiettivo di dare a un pubblico sempre più ampio strumenti per favorire un ascolto consapevole della musica e favorire una crescita culturale. Questa sua vocazione la trasporta anche nei Festival dei quali è stato direttore artistico: il Festival internazionale di musica di Portogruaro, che ogni anno porta grandi artisti della musica classica nella piccola cittadina veneta; la storica e prestigiosa Società dei Concerti di Trieste; e la rassegna musicale internazionale “Nei Suoni dei Luoghi”, che promuove annualmente nuove generazioni di musicisti. Da novembre 2018 è direttore artistico della Fondazione Perugia Musica Classica.

Assisi - Basilica Superiore di San Francesco
Enrico Bronzi


Fondazione Perugia Musica Classica Onlus
Piazza del Circo, 6 06121 Perugia
C.FISC. 80053780542
P.IVA 02673290546


Amministrazione trasparente
PRIVACY POLICY


info@perugiamusicaclassica.com
direzartistica@perugiamusicaclassica.com
perugiamusicaclassica@pec.it


tel. +39 075 572 22 71
fax +39 075 572 52 64
last minute +39 338 866 88 20

Fondazione Perugia Musica Classica 2019